Tifosi con stampelle e fasciature esultano allo stadio.

Calcio

  • Ogni anno in Svizzera circa 45 000 persone si infortunano sui campi di calcio causando costi pari a 170 milioni di franchi.
  • Con le sue attività di prevenzione la Suva intende diminuire il numero degli infortuni legati al calcio e promuovere un comportamento più sicuro in campo, facendo così risparmiare a tante persone inutili sofferenze.
  • Il rischio di infortunio è sceso significativamente grazie all’iniziativa «Sicurezza nei tornei di calcetto»

Infortuni calcistici

Rapido, dinamico e molto amato: il calcio è uno degli sport più popolari in Svizzera. È però anche un hobby ad elevato rischio di lesioni: circa 45 000 casi all'anno significano infatti che un infortunio sportivo su quattro avviene sui campi di calcio.

Le parti del corpo più soggette a lesioni sono gli arti inferiori (70% di tutti gli infortuni calcistici), seguite dagli arti superiori (17%).

Uno studio commissionato dalla Suva sull'andamento infortunistico nel calcio svizzero mostra che il 70% di tutte le lesioni accadono in squadre di club ufficiali (50% in campo e 20% in allenamento). Moltissimi infortuni sono provocati da un fallo di gioco.

Un altro risultato emerso dallo studio è che nel calcio praticato da seniori (calciatori tra i 30 e i 40 anni) esiste un grande potenziale di prevenzione. In generale sono le lesioni al ginocchio a causare lunghe assenze e costi elevati.

Statistica infortuni  
Tre calciatori durante l'allenamento.

Interventi

Test per ridurre il rischio di infortunio

Con il test sul calcio si può scoprire il proprio rischio di lesioni.
Giocate a pallone in una squadra, con gli amici, con la famiglia, oppure partecipate a tornei di calcetto o aziendali? Allora vi invitiamo a fare subito il test sul calcio online della Suva. Rispondete a varie domande su temi come allenamento, condizione fisica, stile di vita e accessori. Il risultato evidenzierà il vostro livello di rischio di lesioni e in quali ambiti potete migliorare. Il test   è stato messo a punto con l'aiuto di vari esperti e dell'Associazione Svizzera di Football (ASF).

Sicurezza nei tornei aziendali e di calcetto

Un pallone da calcio su un campo di erba.
La Suva si impegna per una maggiore sicurezza nei tornei aziendali e di calcetto.
L'impegno comune che la Suva e gli organizzatori di tornei aziendali e di calcetto investono nella sicurezza ha prodotto risultati concreti: negli scorsi anni il rischio di infortunio nei tornei di calcetto sponsorizzati dalla Suva è sceso in misura rilevante.

La Suva offre materiali, servizi e sostegno finanziario agli organizzatori di tornei aziendali e di calcetto. Dal canto loro gli organizzatori si impegnano a realizzare il torneo rispettando i requisiti di sicurezza della Suva. Per maggiori informazioni sulle prestazioni della Suva e sugli obblighi degli organizzatori rimandiamo alla scheda informativa Iniziativa Sicurezza nei tornei aziendali e di calcetto: le prestazioni  

Condizioni di partecipazione

  • Il torneo deve svolgersi da maggio a settembre dell'anno in corso.
  • Il torneo deve svolgersi in Svizzera o nel Liechtenstein.
  • L'iscrizione deve avvenire al più tardi due mesi prima dell'inizio del torneo.
  • Al torneo si devono iscrivere almeno 20 squadre con giocatori adulti. Eccezione: le aziende assicurate alla Suva possono annunciare anche tornei aziendali con meno di 20 squadre.

Partecipare è semplice

  1. Compilate il modulo online per iscrivervi al torneo
    Vi forniremo in seguito maggiori informazioni su cosa fare (vedi passo 2-4)
  2. Prenotate gli arbitri
  3. Svolgete il torneo
  4. Compilate il modulo online per il feedback.
    Una volta ricevuto il modulo online accreditiamo l'importo agli organizzatori.

Se siete disposti a organizzare un torneo rispettando i nostri requisiti di sicurezza, compilate il modulo per iscrivervi al torneo.
Se nelle successive 24 ore non riceverete nessuna e-mail di conferma, vi preghiamo di scrivere a philippe.gassmann@suva.ch o di telefonare allo 041 419 65 64. 

Con l'iscrizione confermate di svolgere il torneo secondo i requisiti di sicurezza della Suva: Iniziativa Sicurezza nei tornei aziendali e di calcetto: le prestazioni  

Informazioni sul torneo
Luogo del torneo
Organizzatore: persona responsabile
Pacchetto «mini» o «maxi»

Se avete organizzato un torneo con il nostro sostegno, vi chiediamo di fornirci un feedback.

Vi preghiamo inoltre di spedire per posta o via e-mail le ricevute (quietanze degli arbitri) e uno schema delle squadre iscritte (per categoria) a: Suva, Philippe Gassmann, Rösslimattstrasse 39, 6002 Luzern, philippe.gassmann@suva.ch

 

Informazioni sul torneo
Rapporto
Per accreditare l'importo agli organizzatori

News

Fairplay-Trophy-Übergabe YB-Winterthur

Invito al fair play nelle partite di Coppa

L'impegno della Suva in Coppa Svizzera è finalizzato a promuovere il fair play e a ridurre gli infortuni sui campi di calcio. Dalla stagione in corso, i capitani delle squadre si scambiano un gagliardetto con la scritta fair play prima del fischio d'inizio. Mentre i giocatori si salutano, lo speaker invita gli spettatori a comportarsi nel rispetto del fair play.

Novità: il cartellino verde

Adesso l'arbitro ha la possibilità di onorare il comportamento particolarmente leale durante le partite di Coppa Svizzera mostrando il cartellino verde.
Il giocatore protagonista del fair play verrà accolto nella nostra Hall of Fairplay. Inoltre, a fine campionato la Suva donerà aPluSport 500 franchi per ciascun cartellino verde (importo massimo 11000 franchi). PluSport collabora a stretto contatto con le cliniche di riabilitazione della Suva a Bellikon e Sion per favorire il reinserimento socio-professionale delle persone infortunate.

Qui trovi i nomi di tutti i giocatori ai quali è stato mostrato il cartellino verde

Ad esempio: «L'arbitro fischia un rigore. Il giocatore che ha subito il presunto fallo dice all'arbitro che è caduto senza colpa dell'avversario, permettendo all'arbitro di ritornare sulla sua decisione. Un simile comportamento va premiato con il cartellino verde.» Pinco Pallino, di Caslano

«Un giocatore segnala all'arbitro di aver fatto gol con la mano». Albin Jakupi, Lucerna

Trofeo Fair play Suva

Un terzo delle lesioni sono dovute a un fallo. In collaborazione con l'Associazione Svizzera di Football, la Suva assegna ogni anno il Trofeo Fair Play alle squadre che si distinguono per il fair play in campo. Dal 2016 il vincitore del Trofeo si qualifica direttamente per la Coppa Svizzera. Le squadre che militano nella lega amatoriale hanno così l'opportunità di incontrare quelle professionistiche di Super League. Vai al regolamento e alle classifiche aggiornate: www.football.ch 

«The Best of the Rest»

Alla fine della stagione 2016/17 è stata premiata «The Best of the Rest» ossia la squadra che nel girone di ritorno ha conquistato più punti fair play. Il titolo di «The Best Of The Rest 2017» nella categoria uomini è andato all'FC Tuggen (+460 punti) e nella categoria donne all'FC Blue Stars ZH (+19 punti). Le due squadre vincitrici si sono aggiudicate 50 biglietti per la finale di Coppa Svizzera 2018.

Fair play in campo significa:
  • non entrare in scivolata sull'avversario
  • non mettere in pericolo la propria salute giocando in modo pericoloso
  • rispettare l'avversario
  • attenersi alle regole del gioco
  • trattare l'avversario come si vorrebbe essere trattati da lui
  • mantenere la calma anche nelle situazioni che possono decidere le sorti di una partita
  • non mettere in gioco la propria salute pur di vincere la partita

Desiderate promuovere il fair play come allenatore o dirigente di un club? Nella sezione materiali sono disponibili una serie di video con dichiarazioni di vari personaggi del mondo del calcio, manifestini e la dimostrazione data dalla squadra del FC Donneloye   che essere vincenti si coniuga benissimo con il fair play.
La prevenzione degli infortuni conviene, affinché il gioco non finisca in tragedia.

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.