Ribi on Tour, Kameramann, Dreharbeiten, Header

Ribi on Tour

Perché ogni anno nei cantieri svizzeri si verificano incidenti mortali o con feriti gravi nonostante le ben note regole vitali? Roman Ribi, direttore dei lavori indipendente con una lunga esperienza professionale alle spalle, vuole fare chiarezza in proposito e insieme al suo cameraman si reca in diversi luoghi di lavoro per incontrare vari professionisti che conoscono bene il proprio mestiere. E lo fa in modo sincero e aperto, da uomo a uomo. Cliccate qui e scoprite cosa ha scoperto.

Roman Ribi siede su un tetto.
Parete di protezione da copritetto
Quando si lavora su tetti con un'inclinazione di 30° o più, una parete di protezione è essenziale. Ribi ha trovato tre buone ragioni!
Roman Ribi è in piedi e guarda nella telecamera. Dietro di lui ci sono giovani apprendisti. Indossano tutti il loro equipaggiamento di protezione personale.
Regole vitali – L'esperimento
Le regole vitali salvano delle vite, ma si possono attuare con rigore e coerenza solo se gli operai edili le conoscono. A questo ci pensa Ribi!
Roman Ribi si trova in una rete di sicurezza.
La rete più importante
Chi sente la parola «rete» pensa inevitabilmente alla comunicazione e ai media. Noi no!
Roman Ribi parla con i partecipanti al servizio fotografico del "Calendario dei lavoratori edili" in studio. Il fotografo sta sullo sfondo.
La protezione dai raggi UV
Abbiamo organizzato uno shooting fotografico che rivela quel che si cela sotto la pelle e che permette di aprire gli occhi.
Ribi parla con uno specialista della sicurezza della Suva
Macchine: la formazione è d'obbligo!
Seguire una formazione per conducenti di macchine edili non è una raccomandazione, ma un obbligo.
Roman Ribi è sotto i riflettori
Stoccaggio verticale di elementi e oggetti
Gli elementi di costruzione e gli oggetti pesanti devono essere sempre messi in sicurezza. Ribi vi spiega il perché.
Roman Ribi siede in una fossa di costruzione insieme a Yves Erb e a un manichino.
Fosse e sugli scavi
Gli scavi possono diventare trappole mortali a partire da 1,5 metri di profondità.
Ribi è al buio
Vedere ed essere visti
Chi non si rende visibile non viene visto!
L'uomo fa un'intervista con il vento forte
Via col vento
Temporali e tempeste non solo minacciano la vita, ma rappresentano anche un grave pericolo sui cantieri edili.
Roman Ribi si trova sul tetto di un grattacielo con Andreas Giesen, responsabile della sicurezza e della protezione ambientale alla Steiner AG. Indossano i loro dispositivi di protezione personale.
Apertura delimitata da una protezione laterale
Le aperture a partire da un'altezza di 2 m devono essere messe in sicurezza, non importa che siano al 1° o al 50° piano. Perché?
Roman Ribi sta accanto a una scavatrice.
Senza la prova di contropressione si rischia la vita
Senza la prova di contropressione si possono scatenare forze pericolosissime. Volete vedere fino a che punto?
Roman Ribi sta con Iris Harnisch, operatore di gru, in un cantiere, circondato da barre di rinforzo. Indossano i loro dispositivi di protezione personale.
Imbracare correttamente i carichi
Iris spiega perché è necessario imbracare correttamente i carichi.
Roman Ribi guarda direttamente nella telecamera.
Dire STOP non è una prova di coraggio
Dire STOP non è un diritto, ma un dovere. Perché?
Roman Ribi siede con Thomas Gasser, ex amministratore delegato della Gasser Felstechnik AG, in un cantiere. Indossano i loro dispositivi di protezione personale.
Tutti possono essere vittima di un infortunio grave
Un esperto edile racconta quanto sia difficile affrontare gli infortuni sul lavoro.
Roman Ribi siede con Roman Strub, amministratore delegato e proprietario del Team Vertikal GmbH su una replica del tetto per fare pratica.
Tra la vita e la morte
Quando si lavora sui tetti il rispetto di determinate regole è di fondamentale importanza.