21 dicembre 2023 | Comunicato stampa

Adrian Bloch nominato alla guida della Divisione sicurezza sul lavoro / tutela della salute ​

Il 1° gennaio 2024 Adrian Bloch assumerà in seno alla Suva la direzione della Divisione sicurezza sul lavoro / tutela della salute raccogliendo il testimone da André Meier.

Indice

      Porträt Adrian Bloch

      Adrian Bloch, direttore della Divisione sicurezza sul lavoro e tutela della salute dal 1° gennaio 2024
      © Fonte dell'immagine: Herbert Zimmermann

      Adrian Bloch è al servizio della Suva da 22 anni, 20 dei quali trascorsi a capo del Settore costruzioni. Ingegnere civile di formazione, negli ultimi anni si è perfezionato in leadership e management alla Scuola universitaria professionale di Berna. Conosce molto bene l’esecuzione così come la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, visto che oltre a lavorare alla Suva ha svolto incarichi in diversi organi della Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro (CFSL). In qualità di capodivisione Sicurezza sul lavoro / tutela della salute è responsabile per la Svizzera tedesca e il Ticino. Olivier Favre rimane responsabile per la Svizzera romanda.

      «Sono molto contento di poter affidare ad Adrian questa posizione di importanza strategica. Con le sue doti negoziali, la sua competenza e la sua leadership, negli ultimi anni ha brillantemente dimostrato di possedere le capacità necessarie per ricoprire questa posizione chiave» afferma Edith Müller Loretz, responsabile del Dipartimento tutela della salute e membro della Direzione della Suva.

      Adrian Bloch ha 58 anni, è sposato, ha due figli adulti e vive con la famiglia nel canton Soletta.

      Contatto per i media

      Chi siamo

      Nata nel 1918, la Suva occupa circa 4500 collaboratrici e collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 sedi di agenzia presenti sul territorio svizzero e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico, assicura circa 130 000 imprese con due milioni di lavoratrici e lavoratori contro le conseguenze degli infortuni sul lavoro e nel tempo libero e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Su mandato della Confederazione gestisce inoltre l’assicurazione militare e l’assicurazione contro gli infortuni per le persone coinvolte in provvedimenti dell’assicurazione per l’invalidità. Il ventaglio di servizi e prestazioni della Suva comprende prevenzione, assicurazione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e distribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.

      Altri comunicati stampa