Associated version Key Visual Schneesport
31 gennaio 2024 | Comunicato stampa

Gli sciatori più veloci degli snowboarder sulle piste

La Suva ha analizzato circa 380 000 discese con gli sci o lo snowboard registrate con la sua app Slope Track. Le persone che praticano lo snowboard risultano più prudenti in pista rispetto agli sciatori e alle sciatrici.

Indice

      L’app Slope Track della Suva offre numerose funzioni, tra cui quella di registrare la propria velocità massima o minima durante una discesa in pista con gli sci o lo snowboard. La Suva ha analizzato oltre 380 000 discese registrate tra il 2019 e il 2023 con la sua app, i cui utenti principali appartengono alle seguenti categorie: uomini, over 45, dalla Svizzera tedesca, amanti dello sci più che dello snowboard e che si considerano molto abili o eccellenti. 

      Maggiore prudenza tra chi pratica snowboard

      Nelle quattro stagioni prese in esame, la velocità di 90 km/h è stata superata in meno dell’1 per cento delle discese totali registrate. Nella media quadriennale e in generale, le persone appassionate di snowboard sono più prudenti in pista rispetto a quelle che praticano sci: delle prime, quasi il 40 per cento preferisce affrontare una discesa a una velocità inferiore a 50 km/h, mentre la quota di chi si lancia a oltre 70 km/h è poco più bassa del 10 per cento. Tra chi pratica sci, invece, la quota di persone «prudenti» si ferma al 24 per cento, mentre quella di sportive e sportivi «spericolati» sale al 18 per cento.

        Inferiore a 50 km/h Oltre 70 km/h
      Sciatori / sciatrici 24%  18% 
      Snowboarder 40% 10% 

      Tabella: Quota delle velocità massime misurate per tutte le 380 000 discese registrate

      La velocità è un fattore di rischio

      Samuli Aegerter, responsabile delle campagne di prevenzione per gli sport sulla neve alla Suva, afferma: «È importante che le persone si divertano sulle piste da sci. Tuttavia devono essere consapevoli che un’alta velocità implica uno spazio di frenata più lungo, rischi maggiori e quindi una probabilità più elevata di subire infortuni». 

      I dati, raccolti in forma anonima tramite l’app, consentono alla Suva di approfondire le sue conoscenze riguardo al comportamento degli utenti sulle piste. Si tratta di informazioni importanti, come dichiara Samuli Aegerter: «La Suva può così adattare la sua offerta per la prevenzione nell’ambito degli sport sulla neve per sensibilizzare gli utenti sui pericoli esistenti e permettere loro di continuare a divertirsi praticando sci e snowboard».

      Slope Track: un’app multifunzione

      Slope Track è un’app multifunzione che consente di migliorare la propria condizione fisica e di effettuare un riscaldamento efficace; inoltre fornisce numerosi consigli in tema di prevenzione degli infortuni negli sport sulla neve. Slope Track permette, tra le altre cose, di confrontare le proprie performance con quelle di assi dello sport come Loïc Meillard o Wendy Holdener. Gli utenti possono anche scoprire le forze e le sollecitazioni a cui è sottoposto il corpo durante una curva in base alla velocità e al proprio peso.

      www.suva.ch/slopetrack-i

      Chi siamo

      Nata nel 1918, la Suva occupa circa 4500 collaboratrici e collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 sedi di agenzia presenti sul territorio svizzero e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico, assicura circa 130 000 imprese con due milioni di lavoratrici e lavoratori contro le conseguenze degli infortuni sul lavoro e nel tempo libero e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Su mandato della Confederazione gestisce inoltre l’assicurazione militare e l’assicurazione contro gli infortuni per le persone coinvolte in provvedimenti dell’assicurazione per l’invalidità. Il ventaglio di servizi e prestazioni della Suva comprende prevenzione, assicurazione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e distribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.

      Altri comunicati stampa