Una persona che indossa un indumento di protezione chimica con maschera intera per la protezione delle vie respiratorie preleva un campione da un serbatoio

Indumenti di protezione chimica e contro le radiazioni

Per lavorare con sostanze pericolose sono indispensabili gli indumenti di protezione chimica o contro le radiazioni. In base alla pericolosità, gli indumenti di protezione devono soddisfare diverse prescrizioni di sicurezza. Scoprite di più sui vari livelli di protezione e sulle norme vigenti.

Indice

L'essenziale in breve

Gli indumenti di protezione chimica proteggono da agenti chimici liquidi, gassosi e in parte anche solidi. Gli indumenti di protezione contro le radiazioni prevengono una contaminazione radioattiva.

  • I requisiti di sicurezza di tali indumenti di protezione sono disciplinati in norme armonizzate.
  • Tutti gli indumenti di protezione chimica e contro le radiazioni rientrano nella categoria CE III, ma sono suddivisi in sei tipi in base al livello di protezione. Il tipo 6 offre l'efficacia protettiva più bassa. Vi rientrano gli indumenti a tenuta limitata contro getti nebulizzati. Il livello di protezione più alto è offerto dagli indumenti di tipo 1: sono le tute di protezione chimica a tenuta di gas con sistema di alimentazione dell'aria.
  • Gli indumenti di protezione contro le radiazioni sono paragonabili a quelli di protezione chimica, ma possono dover soddisfare anche il requisito di protezione contro il trizio.

Indumenti di protezione: suddivisi in sei tipi in base al livello di protezione

Tutti gli indumenti di protezione chimica e contro le radiazioni rientrano nella categoria CE III. Per consentire una classificazione più precisa, all'interno di questa categoria sono stati definiti sei livelli di protezione, denominati tipi.

Indumenti di protezione chimica

Per proteggersi dagli agenti chimici liquidi, in parte anche solidi (a grana fine) e gassosi, il personale specializzato indossa gli indumenti di protezione chimica. Le norme armonizzate rilevanti stabiliscono i requisiti in termini di materiali, cuciture e giunture così come dell'indumento nel suo complesso.

Gli indumenti di protezione chimica – come gli indumenti di protezione contro le radiazioni – rientrano nella categoria CE più alta delle tre esistenti, all'interno della quale si distinguono sei tipi con livelli di protezione diversi. Questi tipi specificano il grado di tenuta di una tuta nei confronti di gas, liquidi o polveri. Più bassa è la categoria del tipo, maggiore è la protezione: la migliore protezione è offerta dagli indumenti di protezione di tipo 1.

Le classi più basse (= maggiore protezione) comprendono sempre le caratteristiche delle classi più alte. Per esempio, un indumento di protezione tipo 4 è automaticamente anche tipo 5 e 6.

Le tute di protezione complete hanno sempre un cappuccio. Ricordatevi che in caso di tuta di protezione antistatica, anche l'indumento interno deve essere antistatico!

Una persona che indossa un indumento di protezione chimica con maschera intera per la protezione delle vie respiratorie preleva un campione da un serbatoio

La tuta di protezione completa protegge il personale contro l'esposizione a sostanze pericolose.

Le tute di protezione di questo tipo devono rispettare i requisiti delle norme EN 943-1

 o EN 943-2
 (tute di protezione per squadre di emergenza). Si distinguono tre tipi:

  • 1a. Tuta di protezione chimica a tenuta di gas con sistema di alimentazione dell'aria indipendente dall'atmosfera ambiente, indossato all'interno della tuta
  • 1b. Tuta di protezione chimica a tenuta di gas con sistema di alimentazione dell'aria indipendente dall'atmosfera ambiente, indossato all'esterno della tuta
  • 1c. Tuta di protezione chimica a tenuta di gas con sistema di alimentazione dell'aria a pressione positiva (ad es. da condotta esterna)

Le tute di protezione chimica non a tenuta di gas con sistema di alimentazione dell'aria a pressione positiva sono disciplinate dalla norma EN 943-1

.

Gli indumenti di protezione del tipo 3 sono soggetti alla norma EN 14605

. Si tratta di tute di protezione complete o integrali con collegamenti a tenuta di liquido tra le varie parti dell'indumento, vale a dire tra la tuta e stivali, guanti, cappuccio e dispositivo di protezione delle vie respiratorie. Ad esempio overall con o senza guanti, stivali ecc.

Rienrano nel tipo 4 le tute di protezione complete o integrali con collegamenti a tenuta di spruzzi tra le varie parti dell'indumento, vale a dire tra la tuta e stivali, guanti, cappuccio e dispositivo di protezione delle vie respiratorie.Gli indumenti di protezione di questo tipo sono soggetti alla norma EN 14605

. Ad esempio overall con o senza guanti, stivali ecc.

Rientrano nel tipo 5 le tute di protezione complete contro particelle solide e aerosol. Tali tute devono soddisfare i requisiti nella norma EN ISO 13982-1

 nonché i valori minimi di perdita interna.

Gli indumenti di protezione del tipo 6 sono soggetti ai requisiti della norma EN 13034

. Si distingue tra protezione totale e parziale del corpo.

  • Le tute di protezione complete contro getti nebulizzati (particelle liquide) soddisfano i requisiti della prova allo spruzzo ridotta secondo EN ISO 17491.
  • Esistono anche singoli indumenti che coprono soltanto una parte del corpo (protezione parziale), ma che soddisfano comunque i requisiti della prova allo spruzzo ridotta secondo EN ISO 17491.

Indumenti di protezione contro le radiazioni

Gli indumenti di protezione contro le radiazioni servono a proteggersi da contaminazioni radioattive, dovute a contatto con sostanze liquide o solide o a inquinamento atmosferico (polveri, gas o vapori).

Gli indumenti di questo tipo sono paragonabili a quelli di protezione chimica secondo la norma EN 943, ma possono dover soddisfare anche il requisito di protezione contro il trizio.

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?