02606_Titel_neu.tif

Indumenti di protezione: i principali criteri di scelta

Gli indumenti di protezione giusti per il personale prevengono infortuni e malattie professionali. Ma è importante che gli indumenti di protezione siano della taglia corretta e comodi da indossare, in caso contrario diminuiscono le prestazioni del personale e la motivazione a usare i DPI.

Indice

L'essenziale in breve

Scegliendo gli indumenti di protezione giusti per il personale contribuite a evitare infortuni e malattie professionali.

  • Basatevi sui pericoli concreti sul posto di lavoro e verificate nel singolo caso il materiale e il tipo di abbigliamento di protezione necessari.
  • Purtroppo spesso accade che gli indumenti di protezione impiegati soddisfino le norme, ma non siano della taglia giusta o siano scomodi. Per la scelta dei dispositivi di protezione individuale (DPI) fate attenzione alla vestibilità e al comfort: non solo aumentano le prestazioni del personale, ma anche la motivazione a usare i DPI.

Sicurezza grazie ai colori ad alta visibilità

Svolgendo determinate attività, le persone, non vedendosi, possono mettersi reciprocamente in pericolo. In tali situazioni si possono proteggere con indumenti ben visibili. Per garantire una visibilità sufficiente, sia davanti che dietro almeno un terzo della superficie dell'indumento deve essere in uno dei colori altamente visibili: arancione, giallo o rosso. Anche le parti superiori delle braccia devono essere contrassegnate con colori ad alta visibilità.In generale, i colori ad alta visibilità si trovano nella zona dell'indumento vicino alle spalle.

Valori empirici pratici

Determinate attività espongono il personale a certi pericoli. Il datore di lavoro deve quindi fornire al personale indumenti adeguati, fisiologicamente ineccepibili e di alta qualità. Scegliendo gli indumenti di protezione giusti prevenite gli infortuni e le malattie professionali.

Spesso accade che l'indumento di protezione usato soddisfi i requisiti delle norme vigenti, ma non sia della taglia giusta o non sia comodo. Alcune aziende devono ancora migliorare sotto questo aspetto.

Gli indumenti da lavoro non sono normalmente considerati indumenti di protezione. Vengono indossati al posto degli indumenti privati oppure li completano o li proteggono.

Pericoli: da cosa proteggono gli indumenti di protezione?

  • Pericoli meccanici, ad esempio oggetti acuminati e affilati, parti in movimento di macchine
  • Pericoli chimici, ad esempio acidi, soluzioni alcaline, solventi, polveri, oli
  • Pericoli biologici, ad es. batteri, virus, funghi
  • Pericoli termici, ad esempio calore radiante, calore per contatto, particelle incandescenti, spruzzi di metallo, fiamme, archi elettrici, freddo
  • Pericoli fisici, ad esempio radiazioni, umidità, polveri
  • Pericoli elettrici ad es. tensione di contatto, formazione di scintille anche attraverso scariche elettriche
  • Mancata riconoscibilità delle persone, ad esempio durante lavori sulle strade o vicino alle zone di circolazione
  • Effetti dell'umidità e delle intemperie, ad es. per i lavori all'aperto

Quali sono i criteri per la scelta degli indumenti di protezione?

Non esistono indumenti di protezione che possono essere indossati in ogni situazione e, non esisteranno neppure in futuro: gli ambiti di impiego sono semplicemente troppo diversi tra loro. Per questo, sulla base dei pericoli concreti sul posto di lavoro, stabilite quali siano gli indumenti di protezione, i materiali e i tipi di abbigliamento giusti.

Riflettete sulla necessità che il personale indossi indumenti funzionali, in quanto lo scambio ottimale di calore e di umidità tra il corpo e l'ambiente esterno è fondamentale per il benessere del personale e di conseguenza per le sue prestazioni e la motivazione a usare i DPI.

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?