Artigiano ripreso da dietro con alcune banconote nella cintura porta attrezzi

Azioni criminali in aziende assicurate

Sottrazione all'obbligo di pagare i premi

Se le imprese pagano volutamente troppo pochi premi omettendo di fornire indicazioni o fornendo indicazioni errate, si tratta di frode assicurativa. Ne è un esempio il lavoro nero, quando le aziende pagano i lavoratori in contanti senza conteggiare i premi della Suva o di altre assicurazioni sociali.

Esempio di lavoro nero sistematico   

Fallimenti seriali

Nel caso dei fallimenti seriali (detti anche a catena o pilotati), poco prima del fallimento l'imprenditore indebitato cede la sua azienda a un prestanome. In questo modo può evitare il fallimento e si libera dei suoi debiti. Il titolare originario paga a un intermediario alcune migliaia di franchi. L'intermediario versa una parte dell'importo al prestanome, il quale dà un altro nome alla ditta, spesso ne modifica lo scopo e trasferisce la sede in un altro cantone così da avere un estratto immacolato del registro delle esecuzioni. Che i prestanome utilizzano volentieri per commettere frodi mediante ordinazioni o leasing. Queste manovre servono spesso per non pagare sistematicamente debiti di diritto pubblico come i premi delle assicurazioni sociali.

Esempio di fallimento seriale da parte di prestanome  

Le misure della Suva in presenza di sospetti

  • Per tutelare chi paga onestamente i premi la Suva punta su misure di prevenzione, ad esempio segnalando ai direttori di azienda la necessità di rispettare gli obblighi contabili e svolgendo regolarmente revisioni di impresa.
  • Se una ditta imbroglia sistematicamente la Suva, la Suva sporge denuncia.

Anche questo potrebbe essere di interesse per voi

Roger Bolt, responsabile lotta alle frodi assicurative (LFA) alla Suva
Con rigore contro le frodi assicurative
L'uomo è su una sedia a rotelle con un laptop sulle gambe
Le prestazioni assicurative della Suva
Monete impilate
Premi commisurati ai rischi