Controllo e consulenza in materia di sicurezza sul lavoro

  • Con i suoi servizi di controllo e consulenza, la Suva verifica il rispetto delle disposizioni di sicurezza e delle regole vitali nelle aziende.
  • Durante i controlli, gli specialisti della sicurezza e i medici del lavoro della Suva forniscono anche informazioni sui requisiti di sicurezza richiesti.
  • Alle aziende con un'elevata necessità di prevenzione, la Suva mette a disposizione servizi di consulenza a pagamento (es. sicurezza integrata).
  • La Suva è anche competente per il rispetto delle disposizioni di legge nel campo della sicurezza dei prodotti.

Più sicurezza grazie a consulenze e controlli mirati

Nell'ambito della prevenzione, la Suva ha il compito di promuovere la sicurezza e la salute dei lavoratori e di vigilare sul rispetto delle disposizioni di legge nelle aziende (esecuzione LAINF). La Suva si concentra soprattutto sui settori e sulle aziende che sono esposte a rischi elevati. Solo in questo modo è possibile ottenere il massimo dall'opera di prevenzione. L'obiettivo della Suva è incrementare la sicurezza sul luogo di lavoro e impedire gli infortuni. A volte può essere l'azienda stessa a richiedere un controllo o una consulenza semplice.

Prevenzione nell'ambito della medicina del lavoro

Le aziende che impiegano lavoratori esposti a rischi particolari devono eseguire la profilassi di medicina del lavoro come ulteriore misura di prevenzione.

Prevenzione di malattie professionali per evitare sofferenze inutili e ridurre i costi:

Malattie professionali e prevenzione

La Legge federale sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF) impone a tutte le aziende le stesse disposizioni in materia di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. I datori di lavoro sono tenuti a individuare i pericoli presenti in azienda e ad adottare le necessarie misure di protezione secondo le regole riconosciute della tecnica.

La Suva è uno degli organi di esecuzione della LAINF e in quanto tale ha il compito di verificare se le aziende di sua competenza rispettano i requisiti di legge in materia di sicurezza e tutela della salute sul lavoro. Questo compito viene svolto secondo i principi di uguaglianza giuridica, orientamento al rischio e proporzionalità.

Durante i controlli vengono esaminati i luoghi di lavoro e anche il sistema di sicurezza aziendale, dando particolare importanza al rispetto delle regole vitali.

Le regole vitali per tutti i settori:

Le regole vitali

Migliorare sistematicamente la sicurezza e la tutela della salute sul lavoro nelle aziende:

Sistema di sicurezza (MSSL)

Su richiesta delle aziende, la Suva offre un servizio di consulenza su questioni basilari di sicurezza sul lavoro e tutela della salute. Queste consulenze servono ad aiutare le aziende nel gestire in modo autonomo la sicurezza sul lavoro. Le misure di sicurezza risultanti dalla consulenza sono vincolanti e l'azienda è tenuta ad eliminare le eventuali carenze di sicurezza rilevate.

La Suva aiuta e assiste:
  • datori di lavoro e superiori
  • lavoratori e loro rappresentanti
  • addetti alla sicurezza
  • specialisti della sicurezza sul lavoro
  • associazioni di settore, enti promotori di soluzioni settoriali
  • organi di vigilanza della sicurezza sul lavoro.

Per domande non esitate a rivolgervi al nostro Contact Center .

Consulenza a 360 gradi grazie agli specialisti della sicurezza sul lavoro

Le aziende che non dispongono delle competenze necessarie per garantire la sicurezza e la tutela della salute sul lavoro devono rivolgersi ai medici del lavoro o agli altri specialisti di sicurezza sul lavoro (direttiva MSSL 6508).

Maggiori informazioni sugli specialisti della sicurezza sul lavoro sono disponibili qui 

Soluzioni settoriali: un aiuto alle aziende

Le aziende possono avvalersi di soluzioni settoriali che comprendono sistemi di sicurezza, liste di controllo, corsi di formazione e molto altro ancora. La loro concreta attuazione va tuttavia adattata in funzione delle specificità dell'azienda. Queste soluzioni sono sostenute dalle parti sociali di un determinato settore ed elaborate in collaborazione con gli specialisti della sicurezza sul lavoro.

Un elenco delle soluzioni settoriali è visibile sul sito web della CFSL.

Quattro lavoratori che indossano casco e gilet ad alta visibilità.

I moderatori di progetto della sicurezza integrata aiutano le aziende con elevate esigenze in materia di prevenzione a creare e sviluppare un sistema di sicurezza efficace.

A seconda delle dimensioni dell'azienda e della tipologia di infortunio la Suva propone diverse strategie di prevenzione.

Gli specialisti di sicurezza integrata della Suva assistono le aziende con più di 80 lavoratori a tempo pieno e un rischio di infortunio superiore alla media per un periodo di due anni. Maggiori dettagli sono disponibili qui .

Altre proposte

Alle aziende che non soddisfano i criteri della sicurezza integrata la Suva propone una consulenza individuale.

Alle aziende interessate siamo lieti di illustrare personalmente le nostre proposte in materia di sicurezza integrata.

  • Suva, Sicurezza integrata

Proposte coinvolgenti e utili per sensibilizzare i collaboratori sui pericoli:

Moduli di prevenzione

I nuovi prodotti immessi in commercio devono essere conformi ai requisiti indicati nella Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro). Poiché la Suva è uno degli organi ufficiali di sorveglianza, il suo compito è quello di vigilare sul rispetto delle disposizioni di legge.

Per maggiori dettagli su questo argomento 

Quando si tratta della salute, gli strumenti per proteggersi sul posto di lavoro non mancano. Anche per i lavoratori esistono diritti e doveri sanciti dalla legge che è possibile far valere.

Datori di lavoro e lavoratori: chi è responsabile della sicurezza sul lavoro?

Diritti e obblighi

Organo di esecuzione

Gli organi di esecuzione della LAINF vigilano sull'applicazione della Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF) in materia di sicurezza sul lavoro e tutela della salute in azienda.

Esecuzione

La LAINF impone a tutte le aziende le stesse prescrizioni da applicare ai propri dipendenti in materia di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Gli organi di esecuzione hanno il compito di sorvegliare il rispetto di tali disposizioni (es. controlli nelle aziende) e, se necessario, di imporre che vengano attuate.

Competenze

La Suva sorveglia l'applicazione delle prescrizioni in materia di prevenzione degli infortuni professionali nelle aziende esposte a rischi elevati ai sensi dell’art. 49  dell'Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e della malattie professionali (OPI). Per le altre aziende è competente l'Ispettorato cantonale del lavoro come organo di esecuzione della LAINF.
Conformemente all'art. 50  dell'OPI, la Suva vigila inoltre sull'applicazione delle prescrizioni in materia di prevenzione delle malattie professionali in tutte le aziende operanti in Svizzera.

CFSL

La Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro (CFSL ) è il servizio che coordina e controlla i vari organi di esecuzione della LAINF. Essa sorveglia che le prescrizioni  in materia di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali siano applicate in modo uniforme nelle aziende.

Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF)

La Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF), art. 82 cpv. 1 stabilisce che per prevenire gli infortuni e le malattie professionali il datore di lavoro deve prendere tutte le misure necessarie per esperienza, tecnicamente applicabili e adatte alle circostanze.

Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI)

I principi concernenti la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e in particolare le competenze degli organi di esecuzione nonché l'esecuzione delle prescrizioni concernenti la sicurezza sul lavoro sono regolamentate nell'Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI ).

Direttiva concernente il ricorso ai medici del lavoro e agli altri specialisti della sicurezza sul lavoro (direttiva MSSL, direttiva CFSL 6508)

La direttiva MSSL  concretizza l’obbligo del datore di lavoro di ricorrere agli specialisti della sicurezza sul lavoro conformemente all’Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, nonché le misure destinate a promuovere la prevenzione sistematica degli infortuni e delle malattie professionali (sicurezza sul lavoro) e di tutela della salute.

Consulenza ai sensi dell'OPI

Ai sensi dell'art. 60 dell’Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI), il datore di lavoro ha il diritto di chiedere consigli all'organo di esecuzione competente riguardo ai provvedimenti di sicurezza che deve adottare. Quest'ultimo informa adeguatamente i datori di lavoro e i lavoratori, o i relativi rappresentanti in azienda, sui loro obblighi e sulle loro possibilità in materia di sicurezza sul lavoro.

Legge sulla sicurezza dei prodotti (LSPro)

Chi immette in commercio un prodotto (fabbricante, importatore o commerciante) è responsabile che esso sia conforme a quanto prescritto dalla Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro).
Operaio e addetta alla sicurezza a colloquio su un cantiere.

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.