67153_12.tif

Protezione contro l'annegamento : scelta del giusto aiuto al galleggiamento

I lavori vicino all'acqua possono essere pericolosi, anche se a prima vista non sembra così. L'esperienza dimostra che spesso non vengono indossati giubbotti di salvataggio. Vi informiamo qui sulla differenza tra i giubbotti di salvataggio salvavita e gli aiuti al galleggiamento e vi mostriamo come fare la scelta migliore.

Indice

L'essenziale in breve

I giubbotti di salvataggio salvano la vita, perfino quando una persona perde i sensi in acqua. L’Ordinanza sui lavori di costruzione ne prescrive quindi l'uso, anche per lavori sulla terra ferma in prossimità dell'acqua.

Questi sono i punti più importanti:

  • tutto il vostro personale che lavora vicino, sopra o dentro corsi e specchi d’acqua in cui può cadere, deve indossare un giubbotto di salvataggio.
  • Per scegliere i dispositivi di protezione individuale (DPI) contro l'annegamento tenete conto del lavoro da svolgere, della conformità alle norme vigenti e della semplicità d'uso.
  • I giubbotti di salvataggio assicurano la posizione di galleggiamento e mantengono libere le vie respiratorie. Gli aiuti al galleggiamento assicurano invece solo la spinta idrostatica indicata sul dispositivo. In caso di svenimento non proteggono però dall'annegamento.

Pericolo di morte senza giubbotto di salvataggio

Durante i lavori sopra e vicino all’acqua i DPI sono importanti per evitare l’annegamento. L’infografica mostra un operaio che esegue la manutenzione a una chiusa ben protetto da un giubbotto di salvataggio.  Fonte: Suva

Download e ordinazioni

Ricerca

Questa pagina è stata utile?

Argomenti di approfondimento

No results available