2_Sturm_Wetter_Alarm_Handy.jpg
26 ottobre 2020 | di Alois Felber

Allarme tempesta: che fare?

Ecco nove punti importanti per proteggersi sul lavoro dal maltempo e superare indenni la tempesta.

Indice

Temporali, tempeste, maltempo, ma anche un semplice vento forte possono rappresentare un pericolo per la vita di chi lavora in cantiere, nel bosco o semplicemente all'aperto.

1_Sturm_Arbeit_einstellen.jpg

Maltempo e tempesta = pericolo = STOP ai lavori

Dovrebbe essere chiaro a tutti: in caso di maltempo, temporale o tempesta

lavorare all'aperto costituisce un rischio. E se la vita di un lavoratore è a rischio vige una sola regola: sospendere i lavori. Il datore di lavoro ha il dovere di individuare i pericoli connessi al posto di lavoro e proteggere i suoi dipendenti. Se non è possibile garantire la sicurezza, non resta altro che chiudere bottega, finché non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza.

2_Sturm_Wetter_Alarm_Handy.jpg

Allerta meteo: mai piĂą senza

Per proteggersi da una tempesta occorre innanzitutto sapere che la tempesta è in arrivo. La prima cosa da fare, quindi, è tenere d'occhio le previsioni del tempo e il radar meteo. Oggigiorno per fortuna esistono app che inviano notifiche in caso di pericolo. L'allerta meteo sullo smartphone è uno strumento indispensabile per tutti coloro che sono responsabili di luoghi di lavoro a rischio. I preavvisi consentono innanzitutto di mettere se stessi al riparo, ma anche di rendere i cantieri sicuri prima dell'arrivo della tormenta. 

3_Sturm_Planen.jpg

Meteo: un fattore da non trascurare

In generale, è opportuno non farsi prendere alla sprovvista dalla meteo: occorre invece tenerne conto quando si redigono i piani di sicurezza e di emergenza e adeguare eventualmente la pianificazione dei lavori. Una buona preparazione è importante soprattutto per i lavori particolarmente esposti.

Se il tempo dovesse cambiare repentinamente, non ci faremmo cogliere impreparati ma sapremmo subito quali misure di sicurezza adottare.

4_Sturm_Sichern.jpg

Fissare tutto prima della tempesta

Una regola generale, che vale in particolare sui cantieri, prevede di fissare tutto ciò che può volare o rotolare via prima che arrivi la tempesta. Per gli oggetti di grandi dimensioni questa regola vale sempre, non solo in caso di tempesta. Persino singole folate di vento possono far cadere i casseri per esempio, se non sono stati assicurati in precedenza. La messa in sicurezza del cantiere previene danni allo stesso, ma anche alle zone circostanti. Barriere o materiali di costruzione sciolti rappresentano infatti un pericolo mortale sia per gli operai del cantiere che per i passanti.

5_Sturm_Infrastruktur_Geruest.jpg

Infrastruttura a prova di tempesta

Anche se di rado, può capitare che a causa di una tempesta crollino dei ponteggi o si ribaltino gru. L'unico modo per impedirlo è progettare e installare sin dall'inizio un'infrastruttura tale da resistere a eventuali raffiche di vento.

Un ponteggio montato a regola d'arte può resistere a raffiche di vento pari a 114 km/h senza riportare danni sostanziali. A condizione, però, che durante i lavori non vengano allentati o rimossi gli ancoraggi necessari. Spesso a causare i crolli sono proprio manipolazioni non autorizzate da parte degli utilizzatori del ponteggio.

6_Sturm_Raeumung.jpg

Rimozione degli alberi solo dopo la tempesta

Non provate a fare gli eroi, anche se fate parte della squadra chiamata a intervenire sul posto. Durante una tempesta sono autorizzati a liberare le strade bloccate o a rimuovere gli alberi abbattuti nei centri abitati, soltanto professionisti altamente specializzati e solo in casi eccezionali. La cosa importante da fare è bloccare l'accesso alle strade inagibili. Ai danni si rimedia soltanto dopo che è passata la bufera, e sempre adottando le dovute misure di precauzione.

7_Sturm_nicht_im_Freien_arb.jpg

Vietato lavorare in quota in caso di maltempo

Avventurarsi durante una tempesta su un ponteggio, una gru o una piattaforma elevabile, vuol dire mettere in pericolo la propria vita. In caso di intemperie è assolutamente sconsigliato utilizzare attrezzature di lavoro suscettibili all'azione del vento. La velocità massima del vento a cui l'attrezzatura può essere ancora utilizzata in sicurezza è indicata nel manuale d'uso. Già in caso di vento forte (35-45 km/h) non è più consentito lavorare sui ponteggi con oggetti di grandi dimensioni.

8_Sturm_Sicherheit_pruefen.jpg

Verificare la sicurezza del cantiere dopo la tempesta

In cantiere i rischi non finiscono con il cessare della tempesta. I danni subiti da attrezzature e infrastrutture possono rappresentare un serio pericolo per i lavoratori. Prima di tutto STOP: pensate alle regole vitali e avviate i lavori solo in condizioni di sicurezza. L'installatore del ponteggio, per esempio, deve per prima cosa controllare e riparare eventuali danni presenti, prima di renderlo accessibile agli operai.

9_Sturm_Sturmholz.jpg

Verificare la sicurezza del cantiere dopo la tempesta

In cantiere i rischi non finiscono con il cessare della tempesta. I danni subiti da attrezzature e infrastrutture possono rappresentare un serio pericolo per i lavoratori. Prima di tutto STOP: pensate alle regole vitali e avviate i lavori solo in condizioni di sicurezza. L'installatore del ponteggio, per esempio, deve per prima cosa controllare e riparare eventuali danni presenti, prima di renderlo accessibile agli operai.

A casa con la tempesta, anche nel tempo libero

Sia sul lavoro sia nel tempo libero, se tira aria di tempesta è meglio restare a casa. Trovarsi nel bosco, in prossimità dei suoi margini o, semplicemente, sotto agli alberi del parco quando fuori imperversa una tempesta, può essere fatale. Interi alberi potrebbero sradicarsi, frammenti e rami spezzati potrebbero cadere e colpirvi.

Anche dopo la tormenta è bene stare alla larga dai boschi, dove potrebbero nascondersi altri pericoli. Non avventuratevi mai, per nessun motivo, su strade o sentieri chiusi, né a piedi né con un veicolo. Lasciate ai professionisti i lavori di riordino e rimozione.

Via col vento

Le tempeste, i temporali ma anche isolate e potenti raffiche di vento possono rappresentare un grave pericolo, anche di morte, sui cantieri e nelle loro immediate vicinanze e questo indipendentemente dalla stagione.  Con l’aiuto di un capocantiere, un capomastro e un operaio edile Ribi spiega come ridurre al minimo i pericoli in situazioni estreme.

SUVA_RIBI_Standbild_1260x450_STUERME0.jpg

Questa pagina è stata utile?

Vi potrebbe anche interessare