Con una strategia a lungo termine e investimenti consistenti in immobili e azioni, la Suva consegue un rendimento sufficiente per coprire i pagamenti delle rendite.

La strategia di investimento della Suva

  • Attraverso i suoi investimenti, la Suva realizza rendimenti in linea con il mercato che garantiscono il pagamento delle rendite a lungo termine.
  • La strategia di investimento si basa su un orizzonte di lungo periodo nonché su un'ampia diversificazione.
  • La Suva effettua i propri investimenti tenendo conto, oltre che delle valutazioni di ordine finanziario, anche di determinati standard minimi sul piano ecologico, etico e sociale.

Performance sugli investimenti

A dispetto dei tassi d'interesse estremamente bassi, nel 2016 la Suva ha ottenuto una brillante performance complessiva pari al 4.1%. A questo risultato hanno contribuito positivamente soprattutto le operazioni immobiliari, le obbligazioni, le azioni, gli investimenti nel private market, l'oro e le materie prime. I tassi negativi della BNS hanno comportato rendimenti negativi a livello di investimenti sul mercato monetario ed elevati costi per la copertura contro i rischi valutari.
L'attivo fisso della Suva è salito nell'esercizio 2016 da 46,4 a 48,0 miliardi di franchi e il grado di copertura finanziario è passato dal 134 per cento al 136 per cento. Le finanze della Suva si confermano pertanto molto solide.

Lo scopo degli investimenti finanziari

Nonostante i costanti sforzi compiuti a livello di prevenzione, ogni anno in Svizzera avvengono numerosi infortuni sul lavoro e nel tempo libero con esito invalidante o persino mortale. In circa 1900 casi viene corrisposta una rendita di invalidità alla persona infortunata oppure, in caso di decesso, una rendita per superstiti al coniuge vedovo e agli orfani. Nello stesso anno in cui assegna una determinata rendita, la Suva stanzia le riserve necessarie a finanziare i futuri pagamenti. Questo capitale costituisce la parte preponderante dell'attivo fisso della Suva.
La quota rimanente è formata dagli accantonamenti per le prestazioni assicurative di breve periodo, come le spese di cura o le indennità giornaliere, e dalle riserve.

Orizzonte di investimento a lungo termine

La strategia di investimento della Suva si basa su un orizzonte di lungo termine e un'ampia diversificazione. La Suva dispone di un portafoglio equilibrato: Circa la metà del patrimonio è investito in titoli a reddito fisso o variabile, il 31,5 per cento in azioni, il 12,5 per cento in immobili e la parte restante in investimenti basati sulle abilità del manager (investimenti non tradizionali) e materie prime. Attuando questa strategia, la Suva può disporre a lungo termine dei mezzi necessari per conseguire un rendimento sufficiente. Gli investimenti a basso rischio e a tasso fisso non bastano a garantire il rendimento necessario.
Per bilanciare le oscillazioni di valore sui capitali investiti, negli anni caratterizzati da rendimenti positivi la Suva costituisce riserve di fluttuazione da cui attingere negli anni negativi.

la ripartizione si basa sui premi di rischio. Nella quota di azioni sono compresi, ad esempio i portafogli private equity ed equity hedged.

Nel quadro della nuova strategia d'investimento inaugurata il 1° gennaio 2016, la categorizzazione delle classi d'investimento avviene secondo premi di rischio. Questa prospettiva permette di raffrontare meglio gli investimenti alternativi con quelli tradizionali e di poterli impiegare in maniera ancora più mirata.
Il premio di rischio degli «interessi» comprende obbligazioni e prestiti ad elevata solvibilità.
La voce «crediti» riassume tutti i portafogli che realizzano premi di rischio crediti, ossia le indennità per i rischi perdite. Tra questi rientrano i crediti consorziali, le obbligazioni ad alto rendimento e le obbligazioni di paesi emergenti. Adesso fanno parte di questa voce anche i portafogli "private debt" e «credit hedged» elencati finora alla voce investimenti alternativi.
Nel quadro del premio di rischio «azioni» rientrano sia i portafogli azionari classici sia quelli «private equity» ed «equity hedged».
Per quanto riguarda gli «investimenti basati sulle abilità» non si pone in primo piano la riscossione di un premio di rischio economico, ma le competenze del manager. Vi rientrano gli investimenti non tradizionali «global macro/CTA» e «relative value».

Sono tre gli elementi che rendono possibile questa strategia di investimento:

  • Il mandato di legge e un effettivo di assicurati stabile consentono di agire in una prospettiva di lungo periodo.
  • I pagamenti correnti delle rendite e le prestazioni a breve termine sono coperti dal gettito dei premi, circostanza che riduce notevolmente il rischio di dover alienare investimenti a lungo termine quando le quotazioni sono basse.
  • Le stesse rendite costituiscono oneri a lungo termine.

Rendimento e performance

L'attività di investimento della Suva è paragonabile a quella delle casse pensioni. Grazie a un portafoglio di investimenti equilibrato, la Suva è in grado di fronteggiare anche periodi molto difficili. Dal 1918 in poi un portafoglio con una composizione comparabile avrebbe ottenuto un rendimento annuo del 5,6 per cento. La performance calcolata dal 2000 supera gli indici comparabili delle casse pensioni, ad esempio l'indice LPP 25 e l'indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere.

L'andamento positivo di 100 franchi investiti secondo la strategia Suva avrebbe retto a tutte le crisi economiche (valori in negativo) a partire dal 1918.

La Suva è un'azienda sana, come dimostrano i dati dell'ultimo rapporto di gestione.

Rapporto di gestione della Suva

Un investitore responsabile

La Suva effettua i propri investimenti tenendo conto, oltre che delle valutazioni di ordine finanziario, anche degli aspetti ecologici, etici e sociali. La base normativa è costituita dalla legislazione svizzera e dai dieci principi UN Global Compact , ispirati alla Dichiarazione universale dei diritti umani, alla Dichiarazione sui principi e sui diritti fondamentali nel lavoro dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro, ai principi della Dichiarazione di Rio sull'ambiente e lo sviluppo e alla Convenzione ONU contro la corruzione .

La Suva è convinta che una strategia di investimento responsabile abbia un impatto più incisivo se gli obiettivi sono perseguiti congiuntamente da più attori di mercato.
Nel 2014 la Suva ha sottoscritto gli United Nations Principles of Responsible Investment (UNPRI) . L'adesione agli UNPRI obbliga la Suva a redigere un rapporto esaustivo sulle proprie attività inerenti a tematiche ecologiche, etiche e sociali.
United Nations Principles of Responsible Investment
Dal 2014 la Suva si impegna in qualità di membro fondatore della piattaforma Swiss Sustainable Finance (SSF) , con l'obiettivo di promuovere la sostenibilità sulla piazza finanziaria svizzera. La SSF mette in comunicazione tra loro attori molto diversi, come investitori, scuole e università.
Swiss Sustainable Finance
Nel 2015, insieme ai maggiori istituti di previdenza, casse di compensazione e assicurazioni presenti sul territorio elvetico, la Suva ha fondato l'Associazione Svizzera per gli investimenti responsabili (ASIR) , che sostiene i propri membri nell'applicazione dei criteri ESG (Environment, Social, Governance). In tal modo la Suva si assume i propri obblighi fiduciari nel modo più efficiente possibile.
Associazione Svizzera per gli investimenti responsabili

Voti espressi dalla Suva

Per le azioni svizzere la Suva e la Fondazione Istituto di previdenza della Suva (IP) esercitano attivamente il diritto di voto. Maggiori informazioni sui voti espressi sono disponibili qui, unicamente nella lingua in cui si è tenuta l'assemblea generale.

Strategia di investimento della Suva nuova sezione Materiale

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.