Regole vitali

  • Nessun lavoro è così importante da rischiare la propria vita o quella dei propri dipendenti.
  • In caso di mancato rispetto di una regola vitale bisogna dire STOP, sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere a lavorare.
  • Anche per chi manipola materiali contenenti amianto ci sono delle regole vitali da rispettare.

Le regole vitali possono salvare una vita

Particolarmente tragici sono gli infortuni professionali con esito mortale o invalidante. Le regole vitali sono dei veri e propri salvavita: applicandole è possibile impedire molti infortuni gravi.
Operaio mentre fresa del metallo in un'officina.

Interventi

Le regole vitali aiutano ad aumentare la sicurezza e la tutela della salute sul lavoro. In caso di trasgressione, bisogna sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere a lavorare: in questo modo si possono salvare delle vite. I lavoratori, i superiori o i progettisti devono informarsi sulle regole vitali valide per la loro professione.

Il lungo cammino: storia di un infortunato

Per Werner Witschi è bastato un attimo di distrazione. Il tetto su cui si trova si sfonda ed egli precipita nel vuoto da un'altezza di 6 metri. Diagnosi: paraplegia. Assieme alla Suva ripercorre gli eventi che hanno preceduto l'infortunio. Un film in sei episodi racconta la sua storia, dal momento dell'infortunio sino al ritorno al lavoro, un lungo cammino costellato di lacrime, coraggio e impegno, affinché nessuno possa rivivere la stessa tragedia.

Vai alla storia

 

Programmi di prevenzione «Visione 250 vite» e «Amianto»

In Svizzera ogni anno 100 persone perdono la vita a causa di un infortunio sul lavoro. Un numero altrettanto elevato di persone muore ogni anno a causa dell'inalazione di fibre di amianto. Per ridurre questi numeri, la Suva punta sulla prevenzione nei luoghi di lavoro esposti a elevati rischi di infortunio.

Visione 250 vite

Con il programma di prevenzione «Visione 250 vite» la Suva si è prefissa di impedire 250 infortuni professionali con esito mortale e altrettanti casi di invalidità nell'arco di dieci anni. Al centro della «Visione 250 vite» ci sono le «regole vitali» per i vari settori e attività con elevati rischi di infortunio.

Amianto

Pur essendo vietato dal 1990, è ancora possibile trovare materiali contenenti amianto, soprattutto durante i lavori di demolizione, ristrutturazione e risanamento di edifici. Chi sul lavoro entra in contatto con l'amianto deve rispettare «regole vitali» specifiche.

Charta della sicurezza

Una maggiore sicurezza è un obiettivo che interessa a tutti. Chi sottoscrive la Charta della sicurezza  può raggiungere questo obiettivo.

Lavoriamo sugli impianti elettrici solo con personale specializzato e autorizzato.

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.