mobilfunkantennen_original_cmyk.tif

Sicurezza sul lavoro per antenne di telefonia mobile e radiodiffusione

I lavori alle antenne di telefonia mobile e radiodiffusione sono considerati lavori connessi con pericoli particolari. I gestori di rete hanno messo a punto insieme a esperti della Suva una direttiva per la sicurezza sul lavoro. Informatevi qui sulle misure di sicurezza necessarie relative agli impianti di antenna.

Indice

L'essenziale in breve

Oggigiorno le antenne di radiodiffusione e telefonia mobile sono presenti ovunque. Per i lavori alle antenne o in prossimità delle stesse dovete osservare quanto segue:

  • Chi lavora nelle immediate vicinanze di un’antenna è esposto a particolari pericoli.
  • È quindi estremamente importante adottare misure efficaci per garantire la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute.
  • La direttiva relativa alla sicurezza sul lavoro per la telefonia mobile e la radiodiffusione contiene disposizioni dettagliate e vincolanti in materia.

La direttiva è stata messa a punto in comune dai gestori di rete e dalla Suva. Si applica a tutti gli impianti di telecomunicazione e radiodiffusione con pericolo di caduta dall’alto nonché per gli operatori di telecomunicazione e i loro fornitori. Inoltre, il documento contiene delle liste di controllo e del materiale didattico per le imprese subappaltatrici del settore.

Direttiva relativa alla sicurezza sul lavoro

La direttiva relativa alla sicurezza sul lavoro per la telefonia mobile e la radiodiffusione è stata messa a punto in comune da vari gestori di telecomunicazione e dalla Suva. La direttiva affronta tutti gli aspetti importanti della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute durante le fasi di pianificazione, installazione e manutenzione degli impianti di telefonia mobile su tetti e pali di trasmissione autoportanti. Il personale degli operatori di telecomunicazione e dei loro fornitori vi può trovare delle disposizioni dettagliate e vincolanti.

La direttiva indica come applicare le norme vigenti durante i lavori agli impianti di telefonia mobile. Inoltre vi troverete numerosi esempi concreti per l’attuazione.

Nella direttiva i gestori di rete hanno previsto anche delle liste di controllo e dei moduli nonché materiale didattico per le imprese subappaltatrici del settore. Questo materiale viene aggiornato costantemente. Si consiglia quindi di lavorare sempre con le ultime versioni disponibili su Internet.

Scaricate la direttiva

La direttiva relativa alla sicurezza sul lavoro per la telefonia mobile e la radiodiffusione

 costituisce la base per la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute. Essa vale per tutti i siti di telecomunicazione e radiodiffusione con pericolo di caduta dall’alto. La Suva si dichiara d’accordo con il contenuto dei documenti.

Distanza di sicurezza dagli impianti di telefonia mobile

Le antenne di telefonia mobile e gli impianti di trasmissione per ponte radio emettono radiazioni non ionizzanti. Questo può danneggiare la salute delle persone che si trattengono per tempi prolungati a breve distanza dalla fonte di radiazione.

La maggior parte delle antenne comunemente in uso trasmettono in un determinato settore (generalmente 120 gradi). Chi si muove nella parte posteriore delle antenne, si trova al di fuori della zona di pericolo

L’accesso alle aree chiuse (con catene o parapetti) a pochi metri di distanza dall’antenna è consentito solo al personale specializzato appositamente istruito incaricato dai gestori di rete. I copritetti e i lattonieri possono quindi accedere a tali aree solo con l’autorizzazione del gestore di rete. In prossimità degli accessi ai tetti o a parti degli impianti sono affissi i relativi numeri di telefono da contattare.

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?

Vi potrebbe anche interessare