Stapler Staplerfahrer Transport Betonplatten

Carrelli elevatori

  • La guida dei carrelli elevatori è un'attività esposta a pericoli particolari.
  • I carrelli elevatori appartenenti alla categoria R (ad es. con forche a sbalzo) devono essere manovrati solo da personale specializzato e qualificato. I carrellisti devono essere addestrati da formatori qualificati.
  • Per i carrelli elevatori appartenenti alla categoria S (ad es. a timone) basta che il conducente abbia ricevuto delle istruzioni da un esperto appositamente designato.
  • I carrelli elevatori possono essere utilizzati solo se sono stati sottoposti a interventi di manutenzione conformi alle indicazioni del fabbricante e se sono perfettamente funzionanti.

Le statistiche  parlano chiaro: negli ultimi dieci anni 30 persone hanno perso la vita a seguito di un infortunio con il carrello elevatore. 247 lavoratori hanno subito lesioni invalidanti.

La maggior parte degli infortuni con i carrelli elevatori avviene perché:

  • si sottovalutano i pericoli, nella pratica quotidiana subentra la routine e le regole da rispettare passano quasi in secondo piano,
  • i superiori non conoscono le regole vitali, non controllano o tollerano che non vengano rispettate.

Esempi di infortunio

Formazione e istruzione

Per svolgere la loro attività, i carrellisti necessitano di conoscenze e competenze specifiche. Il personale va perciò scelto, addestrato e istruito con particolare cura. Tutti questi doveri spettano al datore di lavoro.

A tale scopo il datore può:

  • delegare la formazione dei carrellisti a un centro di formazione .
    Importante: gli attestati di formazione rilasciati dai centri riconosciuti sono validi senza limiti di tempo e di luogo in Svizzera.
  • Il datore di lavoro può delegare questo compito a formatori ed esperti interni all'azienda se questi sono qualificati a farlo.
    Importante: questi attestati di formazione sono validi solo per l’azienda o lo stabilimento in cui lavora il carrellista.

La direttiva CFSL 6518  descrive i criteri necessari da rispettare per la formazione e l'istruzione dei carrellisti.

L'allegato 1 della direttiva CFSL 6518  fornisce ulteriori indicazioni in merito alle sottocategorie e al regolamento speciale per i carrelli elevatori telescopici.

I carrelli elevatori vengono distinti in due categorie principali in base alla loro pericolosità:

Categoria R: carrelli elevatori con pericoli particolari

A questa categoria appartengono i carrelli elevatori dotati di posto di guida a sedere o in piedi e se l’operatore si sposta in quota con la postazione (altezza superiore a 5 metri).

La categoria R si suddivide in ulteriori sottocategorie:

Categoria S: carrelli elevatori senza pericoli particolari

A questa categoria appartengono i carrelli elevatori motorizzati senza posto di guida a sedere e i carrelli elevatori destinati solo al trasbordo di materiale in orizzontale (con posto di guida a sedere).

La categoria S si suddivide in ulteriori sottocategorie:

L'allegato 1 della direttiva CFSL 6518 fornisce ulteriori indicazioni in merito alle sottocategorie.

Questi requisiti sono descritti in modo dettagliato ai capitoli 5.2 e 6.2 della direttiva CFSL 6518  

I requisiti imposti ai carrellisti sono diversi a seconda alla tipologia di carrello che devono guidare:

Categoria R
  • Età minima 18 anni
  • Formazione impartita da un formatore interno all'azienda o da un formatore da un centro di formazione  
  • Ulteriore istruzione sul luogo di lavoro da parte di un esperto dell'azienda o da un formatore di un centro di formazione  
Categoria S
  • Età minima 15 anni
  • Istruzione sul luogo di lavoro da parte di un esperto dell'azienda o da un formatore di un centro di formazione  

Questi requisiti sono descritti in modo dettagliato ai capitoli 7 e 8 della direttiva CFSL 6518  

Formatori

Per formare i carrellisti i formatori devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Età minima 23 anni
  • 3 anni di esperienza nella guida di carrelli elevatori 
  • Formazione completata come formatore (istruttore di carrellisti)
  • Aggiornamento e perfezionamento in ambito specialistico
Esperti

Per assistere e istruire i futuri carrellisti nella guida gli esperti devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Età minima 23 anni
  • 3 di esperienza nella guida di carrelli elevatori 
  • Formazione per carrellisti completata (Categoria R)

La Suva gestisce un elenco di centri di formazione che soddisfano i requisiti indicati nella direttiva CFSL 6518 .

Elenco dei centri di formazione riconosciuti dalla Suva  

Maggiori informazioni sullo svolgimento dell'audit per i centri di formazione sono contenute qui . Per l'audit dei centri di formazione si impiega un questionario  apposito.

Questi requisiti sono descritti in modo dettagliato ai capitoli 5 e 6 della direttiva CFSL 6518 .

I carrellisti devono poter attestare di aver ricevuto un'adeguata formazione e adeguate istruzioni.

Categoria R
  • Attestato di formazione
  • Documento di prova dell'istruzione

Nota: spesso non è chiaro se un carrellista ha una formazione adeguata e questo succede soprattutto se ha conseguito una formazione all'estero o una formazione in azienda. Queste persone possono sostenere un esame presso un centro di formazione. Eventualmente può essere necessario un ripasso delle conoscenze o ripetere il corso.

Categoria S
  • Documento di prova dell'istruzione

Sicurezza dei carrelli elevatori

I carrelli elevatori possono essere impiegati solo se si trovano in condizioni di sicurezza. Eventuali carenze o difetti devono essere eliminati prima di essere nuovamente impiegati.

Checkliste "Gabelstapler mit Fahrersitz"Sicherheitscheck, Prüfplakette

La sicurezza dei carrelli elevatori dipende dalla manutenzione. Tutti i componenti del carrello (telaio, freni, sterzo, sistema di sollevamento), i dispositivi di sicurezza e il restante equipaggiamento devono funzionare a regola d'arte. Eventuali carenze o avarie possono provocare gravi infortuni.

I carrelli elevatori devono essere sottoposti a interventi di manutenzione periodici secondo le indicazioni del fabbricante. Solo il personale specializzato (ad es. la ditta fornitrice) può eseguire tali lavori.

La Suva raccomanda di far eseguire regolarmente un «controllo di sicurezza» da parte delle ditte fornitrici, con il quale si verificano tutte le funzioni di sicurezza più importanti. Se tutti i componenti superano il controllo, l'azienda riceve un adesivo da applicare sul carrello elevatore (vedi immagine).

Per maggiori informazioni 

Se un carrello elevatore a forche laterali o frontali si ribalta, spesso il conducente viene sbalzato fuori dal veicolo e rimane incastrato sotto il tettuccio di protezione.

Ecco perché bisogna sempre impiegare i sistemi di ritenuta, anche quando si percorrono brevi tragitti.

I sistemi di ritenuta per il conducente (es. cinture di sicurezza, cabina chiusa o barriere laterali) salvano la vita e sono quindi obbligatori sui carrelli elevatori dotati di forche a sbalzo e su quelli a forche laterali fino a 10 tonnellate di portata. Gli elevatori privi di sistemi di ritenuta devono essere adeguati.

Per maggiori informazioni 

Stoccaggio e vie di circolazione interne aziendali

La sicurezza dei carrelli elevatori dipende molto dalle condizioni in cui si trovano le vie di circolazione e il magazzino

Movimentazione sicura in azienda:

Stoccaggio, trasporto in azienda

Maggiore sicurezza con le regole vitali

Le regole vitali della Suva aiutano i datori di lavoro e i superiori a garantire una maggiore sicurezza nelle aziende.

  • Stabilire quali regole vitali sono rilevanti per la vostra azienda.
  • Spiegare regolarmente le regole vitali al personale. 
  • Legittimare i dipendenti a dire STOP se non si rispetta una regola vitale. 

I lavoratori devono:

  • informarsi sulle regole vitali 
  • dire STOP in caso di mancato rispetto di una regola vitale 

Regole vitali


Materiale