Nuova costruzione con ponteggio.

Cantieri sicuri

  • Sui cantieri svizzeri si verificano ancora troppi infortuni: solo nell'edilizia e nelle imprese di finitura sono oltre 50 000 all'anno.
  • Per migliorare la sicurezza e ridurre il numero degli infortuni, è necessario l'impegno di tutti.
  • Le regole vitali ideate per ogni categoria professionale e la Charta della sicurezza contribuiscono a rafforzare la tutela della salute e la sicurezza su tutti i cantieri.

Infortuni da cadute dall'alto

In Svizzera ogni anno si registrano circa 9000 infortuni professionali dovuti a cadute dall'alto. In media i casi di invalidità sono 350 e in 25 casi la vittima perde la vita. Proteggersi dalle cadute dall'alto è quindi un obbligo, anche se i lavori in quota sono di breve durata.

La regola è che bisogna adottare misure di protezione a partire da 2 metri di altezza. L'Ordinanza sui lavori di costruzione fa un'eccezione solo per i lavori sui tetti (misure di protezione da un'altezza di 3 metri).
I dispositivi di protezione collettiva come i ponteggi (ad es. nell'edilizia vige l'obbligo di installare un ponteggio a partire da un'altezza di 3 metri), reti di sicurezza, parapetti, piattaforme di lavoro elevabili ecc. hanno la priorità rispetto ai dispositivi di protezione individuale (ad es. imbracature di sicurezza).

Infortuni causati da macchine edili

Le macchine edili sono macchine operatrici che quando sono in movimento sprigionano notevoli energie. Proprio per questo motivo rappresentano un pericolo considerevole per i lavoratori che le manovrano o che si trovano nella loro zona di pericolo. Questo scenario trova conferma nella statistica degli infortuni gravi: ogni anno 6 le persone perdono la vita e 40 rimangono invalide.

Charta della sicurezza

Tutti i soggetti coinvolti in un cantiere si sono seduti a un tavolo comune, con il patrocinio della Suva, per gettare le basi di un nuovo approccio alla prevenzione, ossia la Charta della sicurezza. Si tratta di un accordo siglato da diversi soggetti (progettisti, imprese costruttrici, associazioni padronali e sindacali) con il quale ci si impegna a rispettare determinate regole vitali allo scopo di garantire la sicurezza sui cantieri. Se una regola non viene rispettata, per tutti vale il principio: «STOP in caso di pericolo – Elimina il pericolo – Riprendi il lavoro».

www.charta-sicurezza.ch  
Due escavatori manovrati da una squadra di operai che lavorano su un cantiere.

Interventi

Insieme per una maggiore sicurezza

Per garantire il più possibile la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute, occorre una collaborazione ottimale di tutti gli addetti ai lavori. Informazioni concrete sulle singole figure professionali sono disponibili qui:

Seleziona

Regole vitali

Il rispetto e l'applicazione sistematica delle regole vitali aiuta ad aumentare la sicurezza sui cantieri. In caso di trasgressione a tali regole, bisogna sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo allora riprendere a lavorare: in questo modo si possono salvare delle vite. È importante che i datori di lavoro e i superiori si informino sulle regole vitali valide nel proprio ambito professionale:

Seleziona

Contatto per questioni di sicurezza sui cantieri

Per domande di carattere generale si prega di rivolgersi al Settore costruzioni:

Informazioni dell'Ufficio di consulenza per la sicurezza sul lavoro della SSIC

All'Ufficio di consulenza per la sicurezza sul lavoro della Società Svizzera Impresari Costruttori è possibile trovare ulteriore materiale

informativo 

.

Capocantiere intento a parlare con un architetto.

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.