Scheda tematica Polveri sottili: pericoli e valori limite

Indice

      Nessuna immagine disponibile
      Standard Variante
      Supporto informativo
      Schede tematiche, PDF
      Edizione
      10/01/2006

      Descrizione

      Le polveri fini vengono prodotte principalmente in seguito ai processi di combustione. Il traffico motorizzato rappresenta circa la metà delle emissioni, l'industria e i consumi domestici circa un terzo. I motori diesel sono in gran parte responsabili delle particelle di polveri sottili, soprattutto nei cantieri.

      L'inquinamento da polveri sottili si suddivide in tre categorie:

      • PM 10: dimensioni delle particelle < 10 µ: le particelle possono raggiungere le vie respiratorie.
      • PM 1: dimensioni delle particelle < 1 µ:le particelle possono penetrare negli alveoli.
      • PM 0,1: dimensioni delle particelle < 0,1 µ:Le particelle ultrasottili vengono assorbite dagli alveoli ed entrano nella circolazione sanguigna.

      Un'elevata esposizione alle polveri sottili può causare, ad esempio, reazioni infiammatorie nei polmoni. Se già è presente una malattia delle vie respiratorie, può comparire l'asma. Possono essere utili i filtri antiparticolato, come quelli già obbligatori sui motori diesel nei lavori sotterranei.

      La nostra scheda tematica «Inquinamento atmosferico da particolato / polveri sottili» illustra in dettaglio le basi scientifiche e chiarisce i valori limite, i pericoli e il trattamento.

      Se in azienda sono in funzione dei motori diesel, si informi sull'inquinamento da polveri sottili e sui pericoli delle polveri sottili.Effettui il download della scheda tematica e consulti anche la nostra pagina «Medicina del lavoro ».

      Questa pagina è stata utile?

      Argomenti di approfondimento