Abbildung von Coronaviren

Coronavirus: informazioni aggiornate per i nostri clienti e gli assicurati

Punti essenziali

Qui trovate informazioni sul Covid-19 e su come potete proteggere i vostri collaboratori nel vostro settore.

Guida della Seco per i datori di lavoro – Protezione dal coronavirus

Guida pratica per i controlli Covid-19 sui cantieri e nell'industria

Nella guida pratica si precisano diverse domande importanti per le attività di controllo. Il documento viene aggiornato regolarmente.

Scarica la guida pratica per i controlli Covid-19 sui cantieri e nell'industria   

Sgravio sui premi causa pandemia di coronavirus

Oltre ad adottare misure temporanee durante la «situazione straordinaria», la Suva andrà incontro alle aziende assicurate anche sul fronte dei premi. Lo sgravio finanziario, concordato con l’Ufficio federale della sanità pubblica, si presenta come segue.

Siccome in alcuni settori professionali si verificano meno infortuni a causa della pandemia di coronavirus, nel 2020 ci attendiamo costi più bassi nelle rispettive classi di rischio. Si formeranno pertanto eccedenze straordinarie di premi che potranno riguardare sia l'assicurazione contro gli infortuni professionali sia l’assicurazione contro gli infortuni non professionali. Le eventuali eccedenze saranno detratte dal premio 2022.

Cosa significa per voi concretamente? Non dovrete attivarvi in alcun modo né inviarci informazioni supplementari. Se nel 2020 i costi infortunistici del vostro settore saranno diminuiti, nell'autunno del prossimo anno vi comunicheremo la riduzione applicata alla fattura dei premi.

Per maggiori informazioni rimandiamo alla lettera ai clienti dell’11 novembre 2020. In caso di domande non esitate a contattare la vostra agenzia  .

Comunicato «Misure inerenti ai premi degli assicuratori infortuni dovute al coronavi-rus  » del 28 ottobre 2020

 

FAQ: domande più frequenti sul tema coronavirus

Sì, il coronavirus può rappresentare una malattia professionale. Il presupposto affinché venga riconosciuto come tale è che chi svolge un determinato lavoro sia esposto a un rischio molto maggiore di contrarre il Covid-19 rispetto al resto della popolazione. Una contaminazione piuttosto casuale sul posto di lavoro non è sufficiente. Ogni caso deve essere esaminato in modo approfondito. Il personale in servizio negli ospedali, nei laboratori e in strutture simili che durante lo svolgimento delle proprie attività entra in contatto diretto con persone o materiali infetti corre un rischio notevolmente più elevato. Lo stesso vale per i dipendenti di residenze per anziani e disabili e case di cura che assistono persone infette. Per chi non svolge attività finalizzate all'assistenza e alla cura di persone infette (ad esempio personale di vendita, addetti alle pulizie negli hotel o agenti di polizia), non è previsto alcun riconoscimento di malattia professionale.

No. In questa situazione la Suva non può assumere i costi legati a misure preventive. Può sussistere il diritto a un'indennità per perdita di guadagno in virtù dei provvedimenti adottati dal Consiglio federale per attenuare le ripercussioni economiche. Uno di questi provvedimenti è l’indennità di perdita di guadagno per il coronavirus  .

In caso di lavoro ridotto, la copertura assicurativa rimane in essere. Il salario è sempre assicurato per intero. Anche nella dichiarazione dei salari deve essere registrata come finora l’intera massa salariale.

  • Platzhalter

Hotline 08.00 alle 17.00 (dal lunedì al venerdì)

Cantieri

Hotline per domande in merito alla protezione dei lavoratori dal coronavirus sui cantieri. Telefono: 041 419 60 00

Industria e artigianato

Hotline per domande in merito alla protezione dei lavoratori dal coronavirus sui cantieri. Telefono: 041 419 60 02


Materiale