iStock_55866368_XXXLARGE.tif - Originalbild

Gli apparecchi e gli impianti che utilizzano le radiazioni ionizzanti

Le sorgenti radioattive e gli impianti a raggi X vengono utilizzati in diversi apparecchi e impianti. Qui potete trovare una panoramica di apparecchi che vengono, ad esempio, impiegati nel settore dei trasporti, della medicina, dell'industria e della ricerca.

Indice

L'essenziale in breve

Le radiazioni ionizzanti possono essere pericolose per l'uomo, ad alte dosi, infatti, possono danneggiare i tessuti o il DNA. Vi mostriamo quali apparecchi utilizzano radiazioni ionizzanti o sorgenti radioattive.

I seguenti punti sono particolarmente importanti:

  • È opportuno proteggersi dalle radiazioni ionizzanti quando si lavora.
  • È consigliabile informarsi qui sugli apparecchi che utilizzano sorgenti radioattive o raggi X.

Le applicazioni possibili sono molto variegate, per questo motivo è importante prevedere anche misure di sicurezza individuali.

Attenzione all'obbligo di licenza!

Di norma, l'impiego di radiazioni ionizzanti (raggi X e radioattività) è soggetto all'obbligo di licenza.

Se si possiede o si desidera acquistare un impianto generatore di radiazioni ionizzanti o si utilizzano sostanze radioattive, è necessario inoltrare un'apposita domanda;l'autorità competente in proposito è l'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP (eccetto per le centrali nucleari). Potete trovare i moduli corrispondenti a questo link.

Apparecchi e impianti che utilizzano radiazioni ionizzanti

Esistono due diverse tipologie di radiazioni: le radiazioni radioattive e i raggi X.Entrambe sono pericolose per il corpo umano. Qui troverete diversi esempi di apparecchi che utilizzano queste due diverse tipologie di radiazioni per le vostre applicazioni.

Quali apparecchi utilizzano sorgenti radioattive?

I seguenti apparecchi fanno uso di sorgenti radioattive:

interruttori di livello capacitivi, impianti per la misurazione della densità o dello spessore di uno strato

Si fa penetrare la radiazione ionizzante nel materiale in esame e con un rivelatore si misura l'intensità della radiazione che passa da parte a parte o che viene emessa dal materiale. Più il segnale è debole, più il materiale è denso o spesso.

Apparecchi gammagrafici

Questi strumenti consentono di esaminare strutturedi varie dimensioni in metallo, plastica o altri materiali. Il principio di funzionamento è lo stesso dei raggi X utilizzati in radioscopia.

Rivelatori a cattura di elettroni (ECD), sensori antifumo a ionizzazione

In seguito alla ionizzazione dell'aria o di gas può verificarsi una variazione dovuta, ad esempio, alla concentrazione di particelle di fumo o di determinate molecole. Questi strumenti permettono di rilevare eventuali variazioni di corrente.

Illuminazione di orologi e strumenti

Mentre in passato le lancette e il quadrante degli orologi e di altri strumenti venivano dipinti con vernici fluorescenti radioattive, oggi si utilizzano prevalentemente sorgenti radioattive luminose di trizio gassoso o colori privi di sostanze radioattive.

Quali apparecchi utilizzano i raggi X?

Esempi di impianti a raggi X e altri impianti privi di sorgente radioattiva:

Impianti a raggi X per radioscopia

Oltre a effettuare i classici esami radioscopici in ambito medico, questi apparecchi servono anche a ispezionare valigie, pacchi postali, alimenti e componenti di strutture per controllare l'eventuale presenza di merce illegale, corpi estranei, difetti di fabbricazione e quant'altro.

Impianti a raggi X per l'analisi di campioni

Con la fluorescenza a raggi X è possibile effettuare analisi elementari, mentre la diffrazione dei raggi X consente di esaminare strutture cristalline.

Acceleratori per la sterilizzazione e il trattamento dei materiali

Questi impianti non servono a esaminare i materiali, bensì a modificarli. Per questo si utilizzano potenze radianti elevate.

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?

Vi potrebbe anche interessare