dichlormethan-verbot.tif

Divieto di diclorometano negli svernicianti

Indice

L'essenziale in breve

  • Gli svernicianti contenenti diclorometano comportano rischi per la salute e possono portare alla morte per asfissia.
  • L’immissione sul mercato di svernicianti contenenti diclorometano e il loro utilizzo sono pertanto in generale vietati per l'uso commerciale.
  • La scheda di dati di sicurezza del fornitore fornisce informazioni sulla presenza di diclorometano in un prodotto.

Finora gli svernicianti contenenti diclorometano sono stati spesso utilizzati per sverniciare mobili o per rinfrescare rivestimenti murali, porte e simili.

A causa dei rischi per la salute, l’immissione sul mercato di svernicianti contenenti diclorometano per uso professionale e commerciale è in generale vietata a partire dal 01.12.2014 (ORRPChim Allegato 2.3

). Fa eccezione l’uso industriale.

La presenza di diclorometano in un prodotto può essere determinata con l’ausilio della scheda di dati di sicurezza del rispettivo fornitore.

Perché il diclorometano (DCM) è pericoloso?

Il diclorometano ha un forte effetto narcotico ed è classificato come pericoloso per la salute. Chi inala i vapori di DCM può soffrire temporaneamente di vertigini, mal di testa, sonnolenza o difficoltà di concentrazione. Possono comparire anche disturbi cronici, quali lesioni epatiche e nervose. In presenza di elevate concentrazioni, sussiste il rischio di asfissia.

Valore limite per il diclorometano

Il valore limite (valore MAC) per il diclorometano applicabile nei luoghi di lavoro è di 180 mg/m3 di aria. Questo valore è basso, rispetto ad altri solventi. Il DCM evapora inoltre rapidamente, per cui quando si utilizzano svernicianti, la concentrazione di DCM nell’aria supera facilmente il valore limite. Se si percepisce l’odore del DCM, di regola la sua concentrazione è già superiore al valore limite.

Informazioni

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?

Vi potrebbe anche interessare