Impianti a raggi X per radioscopia

Apparecchi e impianti generatori di radiazioni ionizzanti

  • Sul lavoro è importante proteggersi dalle radiazioni ionizzanti.
  • In diversi luoghi sono presenti apparecchi che contengono una sorgente radioattiva.
  • Le radiazioni ionizzanti sono emesse dagli impianti a raggi X e da altre apparecchiature.

Dove vengono utilizzate le sorgenti radioattive?

Esempi di apparecchi con sorgenti radioattive:

Interruttori di livello capacitivi, impianti per la misurazione della densità o dello spessore di uno strato

Si fa penetrare la radiazione ionizzante nel materiale in esame e con un rivelatore si misura l'intensità della radiazione che passa da parte a parte o che viene emessa dal materiale. Più il segnale è debole, più il materiale è denso o spesso.

Apparecchi gammagrafici

Questi strumenti consentono di esaminare strutture di varie dimensioni – da piccole a molto grandi – in metallo, plastica o altri materiali. Il principio di funzionamento è lo stesso dei raggi X utilizzati in radioscopia.

Rivelatori a cattura di elettroni (ECD), sensori antifumo a ionizzazione

In seguito alla ionizzazione dell'aria o di gas può verificarsi una variazione dovuta, ad esempio, alla concentrazione di particelle di fumo o di determinate molecole. Questi strumenti permettono di rilevare eventuali variazioni di corrente.

Illuminazione di orologi e strumenti

Mentre in passato le lancette e il quadrante degli orologi e di altri strumenti venivano dipinti con vernici fluorescenti radioattive, oggi si utilizzano prevalentemente sorgenti radioattive luminose di trizio gassoso o colori privi di sostanze radioattive.

Quali apparecchi utilizzano i raggi X?

Esempi di impianti a raggi X e altri impianti privi di sorgente radioattiva:

Impianti a raggi X per radioscopia

Oltre a effettuare i classici esami radioscopici in ambito medico, questi apparecchi servono anche a ispezionare valigie, pacchi postali, alimenti e componenti di strutture per controllare l'eventuale presenza di merce illegale, corpi estranei, difetti di fabbricazione e quant'altro.

Impianti a raggi X per l'analisi di campioni

Con la fluorescenza a raggi X è possibile effettuare analisi elementari, mentre la diffrazione dei raggi X consente di esaminare strutture cristalline.

Acceleratori per la sterilizzazione e il trattamento dei materiali

Questi impianti non servono a esaminare i materiali, bensì a modificarli. Per questo si utilizzano potenze radianti elevate.