Due mountain biker su un sentiero di montagna con il Cervino sullo sfondo.

Bici

  • Ogni anno si verificano circa 17 000 incidenti in bici, nei quali 1300 persone subiscono un trauma cranico.
  • Andare in bicicletta rispettando la sicurezza previene il rischio di infortuni.
  • Il casco per bici diminuisce notevolmente il rischio di lesioni alla testa.

Quasi metà degli incidenti in bici sono provocati dai ciclisti stessi

Non fermarsi al semaforo o allo stop, andare sul marciapiede per evitare la coda: i ciclisti che non rispettano il codice della strada mettono in pericolo sé stessi e gli altri. Quasi metà degli incidenti in bici sono provocati dai ciclisti stessi. Con il cortometraggio «Il ciclista» la Suva e i corpi di polizia di Basilea Città, Vaud, Friburgo e Svizzera Centrale vogliono sensibilizzare i ciclisti a non mettere in gioco la loro vita e quella degli altri.


Il ciclista

Campagna «Precedenza alla prudenza»

Non rispettare la precedenza è la causa più frequente di incidenti tra auto e bici. Purtroppo in questi casi il ciclista riporta spesso lesioni molto gravi. Ecco perché è importante dare sempre un'occhiata alla strada. La campagna congiunta «Precedenza alla prudenza. Non sai mai cosa ti può capitare!»  intende sensibilizzare ciclisti e automobilisti a prestare la massima attenzione nelle situazioni in cui si deve dare la precedenza.

Statistica infortuni

Gli incidenti in bicicletta sono tra i più frequenti incidenti stradali in Svizzera: l'80 per cento avviene senza coinvolgimento di terzi, mentre il restante 20 per cento è dovuto a collisioni.
La fascia di età più colpita dagli incidenti in bici è quella tra i 30 e i 44 anni, ed è anche quella che utilizza più spesso questo mezzo di trasporto, come afferma lo studio «Sport Svizzera».
Infortuni nella circolazione stradale

Tra tutti i mezzi di trasporto in circolazione, l'automobile e la bicicletta fanno registrare il maggior numero di incidenti stradali.

Vai alla statistica infortuni completa 

E-bike: pratica e veloce

E-Bikes
Le biciclette elettriche o e-bike piacciono sempre di più: sono comode perché munite di motore elettrico, hanno costi di manutenzione bassi e sono in grado di soddisfare ogni gusto ed esigenza (bici da città, mountain bike).

Le bici elettriche presentano però caratteristiche diverse da quelle tradizionali: raggiungono velocità più elevate e richiedono uno spazio di frenata maggiore. Gli altri utenti della strada, non potendo distinguere le biciclette elettriche da quelle normali, non sono in grado di valutarne correttamente il comportamento in strada. Ecco perché il numero di incidenti con le e-bike aumenta.

Il nostro consiglio: migliorare la propria tecnica di guida, se possibile frequentando un corso specifico, e indossare sempre il casco.

È dimostrato: il casco per bici serve

In caso di incidente con la bici indossare o meno il casco può fare la differenza fra la vita e la morte. Studi internazionali hanno dimostrato che la probabilità di morire a causa di un incidente diminuisce del 60 per cento se si indossa il casco. E naturalmente il casco protegge anche meglio da gravi lesioni alla testa.

Per una protezione ottimale si raccomanda di sostituire sempre il casco dopo un urto oppure ogni cinque anni.

Aiutateci a far conoscere la problematica degli incidenti in bici e l'importanza di indossare il casco, utilizzando i nostri manifesti e le nostre cartoline postali.
Un mountain biker sfreccia in discesa su una montagna
Il downhill biking è adrenalina pura e la sua popolarità è in costante crescita. Ma in pochi sanno che, in caso di infortunio con conseguenze invalidanti, le assicurazioni possono ridurre o cancellare del tutto le prestazioni assicurative.

La legge prevede che, se l'infortunio è stato provocato da un atto temerario, come può essere la pratica di uno sport estremo, l'assicurazione può ridurre anche di oltre il 50 per cento le prestazioni in denaro (in particolare le indennità giornaliere e le eventuali rendite). E il downhill rientra in questa categoria.

Attenzione: prestazioni assicurative a rischio! Gli sport estremi e le attività pericolose sono considerati atti temerari. Per saperne di più:

Atti temerari
Due ciclisti

Interventi

Promozione caschi per bici 2017

L'offerta va dal 1° marzo al 30 giugno 2017 (fino a esaurimento delle scorte). Oltre alla consegna gratuita, le offriamo anche un ribasso di 20 franchi per ciascun casco per bici.
L'offerta 2017 sarà l'ultima occasione per acquistare i nostri caschi in offerta speciale. Dopo questa offerta abbandoneremo lo sviluppo e la vendita di prodotti di sicurezza.

La invitiamo perciò a inviarci quanto prima la sua ordinazione! Factsheet di caschi per bici  

Indossare il casco correttamente

Soltanto un casco regolato correttamente offre una protezione efficace. Ecco perché in un breve filmato vi mostriamo come fare.

Divertirsi in sicurezza con la bici elettrica

Con i seguenti consigli saprete come spostarvi in sicurezza con l’e-bike e la normale bicicletta:

  • Indossare sempre il casco.
  • Il casco è obbligatorio per le bici elettriche con pedalata assistita fino a 45 km/h.
  • Scegliere una tipologia di bici elettrica adatta alle proprie capacità di guida.
  • Verificare regolarmente le gomme e i componenti soggetti a usura e far controllare la propria e-bike o normale biciletta da un negoziante specializzato almeno una volta all'anno.
  • Essere sempre ben visibili accendendo le luci anche di giorno e indossando abiti chiari e accessori riflettenti.
  • Guidare con particolare prudenza, cercando di prevedere le mosse degli altri. Rispettare gli altri utenti della strada e tenere presente che la velocità delle bici elettriche viene spesso sottovalutata.
  • Circolare a velocità adeguata e tener conto della maggiore distanza di arresto necessaria (in particolare con i rimorchi per bambini).
  • Prendetevi tutto il tempo necessario e rispettate le regole della circolazione.

  • Migliorare la propria tecnica di guida, frequentando se possibile un corso specifico.

Nelle rotonde la sicurezza sta in mezzo

Nelle rotonde i ciclisti possono viaggiare al centro della corsia. Questa regola non è molto conosciuta né dai ciclisti né dagli automobilisti. Molte bici si mantengono perciò sul margine destro della rotonda. Cosa molto pericolosa, perché rischiano di non essere viste dagli automobilisti.
Illustrazione con le raccomandazioni per i ciclisti che devono affrontare una rotonda.
Guardate anche il nostro film di animazione Cruiser e Bella. Stai in mezzo 

Fate un giro in bici nella Suva-City e scoprite quali sono i pericoli maggiori quando si attraversa un incrocio o si effettua una svolta. Testate la vostra reattività ed esercitatevi ad adottare il comportamento corretto con un giro virtuale nel traffico sul nostro «simulatore bici». Partecipate numerosi! In regalo per voi anche un piccolo omaggio.
www.slowup.ch

slowUp: la Suva-City nelle vostre vicinanze

Data Località
Domenica 23 aprile 2017 slowUp Ticino
Domenica 30 aprile 2017 slowUp Murtensee
Domenica 07 maggio 2017 slowUp Werdenberg-Liechtenstein
Domenica 28 maggio 2017 slowUp Solothurn-Buechibärg
Domenica 25 giugno 2017 slowUp Jura
Domenica 9 luglio 2017 slowUp La Gruyère
Domenica 13 agosto 2017 slowUp Brugg Regio
Domenica 20 agosto 2017 slowUp Sempachersee
Domenica 10 settembre 2017 slowUp Emmental-Oberaargau
Bici nuova sezione Materiale

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.